Nocera inferiore. Cisl Fp:” Umberto I nel totale caos” Pagina Facebook Voce di Strada Profilo Twitter Voce di Strada

"Il più grande ospedale dell’ASL Salerno gestito come industria conserviera"

Il Presidio Ospedaliero Umberto I di Nocera inferiore in totale caos. Il più grande ospedale dell’Asl Salerno gestito come industria conserviera”, queste le parole dell’organizzazione sindacale della Cisl Fp.

“Purtroppo duole constatare che nonostante numerosi tentativi volti al dialogo e al confronto al fine di fare sintesi sulle problematiche presenti all’interno del presidio al fine di trovare soluzioni, il Direttore Sanitario facente funzioni persegue azioni unilaterali senza nessuna logica apparente, dichiarano il coordinatore Area Centro Nord della Cisl FP Salerno e il Segretario Aziendale del Presidio, rispettivamente  Andrea Pastore e Vincenzo Ferrara che aggiungono: “Nello specifico questa volta a subire conseguenze delle azioni del facente funzione è il reparto di Nefrologia ove sembrerebbe, che il direttore sanitario dal 01 aprile c.a. abbia concesso una mobilità per interscambio da presidio verso il Distretto nonostante l’infermiere in entrata sia in possesso di giustificate limitazioni che impedirebbero la normale effettuazione della turnistica sulle 24h presso la nefrologia,  sguarnendo così la sua dotazione organica e impedendo di garantire il mantenimento dei Livelli Minimi di Assistenza atteso che vi è una impossibilità nell’effettuazione dei turni” incalzano i dirigenti sindacali.

“In aggiunta, non capiamo come il direttore sanitario di presidio possa porre un professionista con limitazioni da carico presso un’unità operativa ove è inevitabile che le prescrizioni non vengano rispettate.  Siamo consapevoli che la situazione sta sfuggendo di mano e che intanto se il direttore non sostituisce l’unità carente al reparto di nefrologia, si rischia il blocco delle attività con riduzione dei posti letto.  Siamo anche consapevoli che il mancato raggiungimento dei processi in materia di ottimizzazione del lavoro pubblico e di efficienza e trasparenza ovvero l’inosservanza delle direttive imputabili al dirigente comportano sia l’eventuale responsabilità disciplinare sia l’impossibilità di rinnovo dello stesso incarico e pertanto, non ci resta che auspicare all’immissione in servizio quanto prima del nuovo direttore sanitario del Presidio Ospedaliero Umberto I° anche se, nel mentre vigileremo sull’osservanza delle regole. Purtroppo dobbiamo prendere atto dell’assenza della direzione strategica sanitaria aziendale che nonostante sia al corrente di trasferimenti interni, alcuni dei quali sembrerebbero avere anche carattere di natura clientelare, non interviene a tutela e garanzia di trasparenza e legittimità nei confronti di tutti i lavoratori del presidio” concludono i sindacalisti – Andrea Pastore Coordinatore Area Centro Nord e Vincenzo Ferrara Segretario Aziendale P. O. Nocera.

»

Leggi anche

Roscigno, campetto scuola media: chiesto contributo a Fondazione Monte Pruno

Roscigno. Il Comune fa voti alla Fondazione Monte Pruno affinché conceda un contributo per il recupero del campo di calcetto […

Albanella, lavori fibra: senso unico e divieto di sosta su Corso Europa

Albanella. Senso unico alternato e divieto di sosta, con rimozione forzata dei veicoli, dal 18 al 20 aprile, lungo la […]

Capaccio. E’ scomparsa da Pasquetta: appello per Alessandra Lucia Ripoli

E’ partita da Capaccio Paestum per trascorrere la Pasquetta a Napoli,  da quel momento non si hanno più notizie di […]

“Paestum e Velia on the road”: ecco quando è attiva navetta gratuita

Continua l’iniziativa “Paestum e Velia on the road”, il servizio di navetta gratuita messo a disposizione dal Parco in partenza [