Albanella. Sterilizzazione randagi affidata alla Lega difesa cane Pagina Facebook Voce di Strada Profilo Twitter Voce di Strada

Albanella. Lotta al randagismo: sterilizzazione e reimmissione sul territorio affidate alla Lega nazionale per la difesa del cane per quattro anni. Il provvedimento è stato disposto dal commissario prefettizio Clelia Ardone. E, fa seguito alla richiesta del presidente della sezione di Salerno che ha chiesto di essere autorizzato al fine di tenere sotto controllo il fenomeno del randagismo, alla reimmissione dei cani vaganti sul territorio di provenienza, una volta che gli animali siano stati sottoposti a sterilizzazione chirurgica e al successivo periodo di degenza post operatoria. L’associazione proponente,  reintroduce il cane, sterilizzato e censito, nella zona esatta da dove è stato prelevato e si fa carico del suo accudimento. Un’apposita ordinanza dispone che i cani randagi prelevati sul territorio comunale possono essere reimmessi  nel rispetto delle seguenti condizioni:
– non siano cani morsicatori;
– non siano già stati segnalati quali autori di molestie;
– siano in grado di sopravvivere per strada;
– abbiano ottenuto l’applicazione del richiesto microchip a nome del Comune di Albanella;
– riportino, ai margini della ferita chirurgica, un tatuaggio con la scritta “Asl SA”;
– possiedano il dovuto collare di riconoscimento;
– vi sia ufficiale richiesta di reimmissione da parte dell’associazione protezionistica autorizzata;
– sia individuata una persona fisica responsabile della cura e del sostentamento di ogni animale reimmesso sul territorio, il cui nominativo sarà comunicato all’Asl Salerno all’atto della richiesta di reimmissione.

La sterilizzazione dei cani randagi, prelevati dall’associazione protezionistica autorizzata, sarà effettuata dall’Unità Operativa Veterinaria dell’Asl Salerno presso gli ambulatori attualmente aperti e funzionanti della stessa AslL, previo accordo con il direttore dell’area dipartimentale di Sanità pubblica veterinaria.

L’associazione protezionistica autorizzata ha comunque facoltà di richiedere la sterilizzazione dei cani randagi prelevati sul territorio, con oneri a proprio carico, ad ambulatori veterinari privati purché legalmente riconosciuti.

»

Leggi anche

Vallo di Diano, Filiera cerealicola: ok a manifestazione di interesse

Con riferimento alle attività del Progetto “Ag. I. Re. Agricoltura Innovativa e Resiliente”, a valere sulla misura 16.7.1 del PSR

Buccino. Bolletta gas da un milione di euro per industria conserviera

Caro energia? Lo conosce bene un’impresa conserviera, in piena campagna per la produzione di conserve di pomodori di Buccino.  F

Capaccio. Cagnolina, ferita alla testa, abbandonata in strada su un telo

Capaccio Paestum. E’ stata poggiata su un telo e abbandonata in via Terre delle Rose in prossimità di un canale […]

Webp.net-gifmaker