Il punto sulla stagione degli italiani in MotoGP Pagina Facebook Voce di Strada Profilo Twitter Voce di Strada

Il tricolore svetta ancora in maniera decisa sulle gare di MotoGp, perché se è vero che l’eredità di Valentino Rossi è pesantissima da raccogliere e anche solo da avvicinare in quanto a risultati ottenuti, è anche magnifico vedere ragazzi italiani che stanno facendo la voce grossa tenendo altissima la nostra bandiera.

Su tutti ovviamente Francesco Bagnaia, il pilota torinese che le quote MotoGP di inizio stagione davano come grande favorito e che dopo qualche gara in saliscendi, sembra aver ora trovato il ritmo giusto e sta riguadagnando terreno nei confronti del francese Fabio Quartararo, leader della classifica mondiale, ma con un vantaggio molto più esiguo rispetto a qualche settimana fa. Del resto, il venticinquenne piemontese, dopo l’altalena di inizio stagione di cui dicevamo prima, ha infilato un poker di vittorie di fila, le quali, oltre ad infiammare i suoi fans e quelli della Ducati, hanno completamente riaperto la sfida per il titolo iridato. Una rimonta se vogliamo clamorosa, ancora da completare è vero, ma decisamente a portata di… impennata per Pecco che ha a disposizione ancora alcuni Gran Premi per agguantare e superare il collega d’oltralpe.

Ma per nostra fortuna l’Italia vanta anche altri elementi di altissimo profilo e a ruota di Pecco troviamo il romagnolo Enea Bastianini, capace anche lui di infiammare le folle, di essere grande protagonista in questa stagione 2022. Del resto, non si vincono per caso tre Gran Premi quando sei soltanto alla seconda stagione mondiale. Ha vinto lo stesso numero di Gran Premi dell’attuale leader Quartararo e dunque solo l’inesperienza lo ha portato ad essere distante dalla vetta (ma è comunque quarto…), ma quando avrà ben chiaro come gestire qualche situazione e magari accontentarsi di un piazzamento piuttosto che provare a vincere per forza, ci sarà anche a lui a battagliare per il titolo iridato. Siamo certi che questo avverrà già nella prossima stagione e sarà bellissimo per tutti noi sportivi italiani godere del testa a testa cui daranno vita Bagnaia e Bastianini.

E non ci sono neanche solo loro due. L’Italia è una palestra straordinaria per quanto concerne le gare in moto a differenza della Formula Uno, ad esempio, che non propone da tempo piloti di un certo spessore. Ci sono Luca Marini e Marco Bezzecchi, ambedue della scuderia Ducati, che sono andati concretamente a punti in questa stagione 2022, senza dimenticare altri giovani emergenti come Franco Morbidelli e Fabio Di Giannantonio fino ad Andrea Dovizioso, il più attempato della pattuglia azzurra con i suoi 36 anni, ma ancora straordinariamente sul pezzo.

L’eredità di Valentino Rossi, ma anche di Giacomo Agostini, è in buone mani, i nostri piloti italiani sono davvero in gamba e si fanno onore mantenendo alta la tradizione motoristica azzurra.

Foto di Harlie Raethel su Unsplash

Tag:
»

Leggi anche

Eboli. Va in ospedale a prendere nonno e lo investe

Eboli. Va in ospedale a prendere il nonno appena dimesso e lo investe in retromarcia con il furgone. L’incidente non […]

Convergenze, per la terza volta, premiata tra eccellenze imprenditoriali

Capaccio Paestum.  Convergenze S.p.A. Società Benefit (EGM: CVG), operatore ditecnol ogia integrato attivo nei settori Telecomunicazi

Roccadaspide. Efficientamento energetico: pubblica illuminazione a led

Sono in corso di svolgimento i lavori di efficientamento energetico dell’impianto di pubblica illuminazione di Roccadaspide, realizza

Webp.net-gifmaker