Epatite acuta: in Italia aumento i casi di tipo A, B ed E Pagina Facebook Voce di Strada Profilo Twitter Voce di Strada

Nel 2023 si sono registrati 523 casi : in calo l'epatite C

Nel 2023 si è registrato un aumento dei casi di epatite acuta in Italia rispetto all’anno precedente, specie di quelle di tipo A, B ed E; continua invece il calo dell’epatite C. Lo rileva il Sistema di Sorveglianza sulle epatiti Seieva, dell’Istituto Superiore di Sanità da cui emerge una novità sulle modalità di contagio: i trattamenti di bellezza quali manicure, piercing e tatuaggi sono diventati il primo fattore di rischio per l’epatite B e C surclassando l’esposizione al virus in contesti sanitari, i rapporti sessuali a rischio o l’uso di droghe. Nel complesso, nel corso del 2023 in Italia sono stati registrati 523 nuovi casi di epatite A, B, C ed E acute.

Epatite, aumentano i casi con trasmissione del contagio attraverso manicure, piercing e tattoo 

A questi si sommano circa 60 casi per cui non è stata determinata la famiglia del virus. L’epatite A è quella più frequente: nel 2023 sono stati notificati 267 casi, quasi il doppio dell’anno precedente, quando erano stati 140. La maggioranza è legata al consumo di molluschi crudi o poco cotti, a viaggi in zone endemiche, rapporti sessuali e consumo di frutti di bosco. Più contenuta (+40%) la crescita dei casi di epatite B (153).

In tal caso, le probabili fonti di infezione più frequenti sono stati l’esposizione a trattamenti di bellezza, le cure odontoiatriche, i comportamenti sessuali a rischio. Continua invece la discesa (-7%) dell’epatite C: i casi sono stati 51 e anche in questo caso il fattore di rischio più frequente è stato il ricorso a trattamenti estetici, che ha superato per la prima volta negli ultimi anni l’esposizione nosocomiale.

Sono stati 58 i casi di epatite E, con una crescita del 42% rispetto al 2022 e 4 di essi si sono verificati in persone di ritorno da Paesi in cui l’infezione è endemica. La gran parte dei casi autoctoni risultano invece legati al consumo di carne di maiale o cinghiale cruda o poco cotta. Nel 2023, inoltre, si sono verificati anche 3 decessi per epatite A e altrettanti per epatite B. (TgCom)

»

Leggi anche

Roscigno, campetto scuola media: chiesto contributo a Fondazione Monte Pruno

Roscigno. Il Comune fa voti alla Fondazione Monte Pruno affinché conceda un contributo per il recupero del campo di calcetto […

Albanella, lavori fibra: senso unico e divieto di sosta su Corso Europa

Albanella. Senso unico alternato e divieto di sosta, con rimozione forzata dei veicoli, dal 18 al 20 aprile, lungo la […]

Capaccio. E’ scomparsa da Pasquetta: appello per Alessandra Lucia Ripoli

E’ partita da Capaccio Paestum per trascorrere la Pasquetta a Napoli,  da quel momento non si hanno più notizie di […]

“Paestum e Velia on the road”: ecco quando è attiva navetta gratuita

Continua l’iniziativa “Paestum e Velia on the road”, il servizio di navetta gratuita messo a disposizione dal Parco in partenza [